Un ambiente migliore, accogliente e stimolante.

woman s face

Questa te la voglio proprio raccontare perché, in fondo, non è altro che la dimostrazione semplice e banale, quotidiana se vuoi, che c’è qualcosa che non va in questo modello di società civile.

Ieri, verso mezzogiorno e mezzo, l’uomo che sta al servizio del distributore di GPL vede che, dalla macchina ferma di fianco alla mia, anch’essa in sosta per far fare il pieno all’auto, scende una ragazza con una sigaretta in mano.

La sigaretta è spenta, però lui, quasi per giustificare il cenno del suo viso e l’espressione fatta vedendo la sigaretta in mano, dice: “questa mattina, dalle 07:30 che sono qua, saranno stati 50 che son scesi con la sigaretta accesa per fare rifornimento di GPL all’auto.
E a tutti ho dovuto ricordare che non è una cosa sicura! E questa mattina è anche andata bene, perché l’altro giorno, l’uomo a cui ho detto se per favore poteva spegnere la sigaretta perché stava a un metro dall’erogatore, si è arrabbiato moltissimo, mi ha insultato e, infine, ha spento rabbiosamente la sua sigaretta qua sopra”

e indica il pianale del blocco esterno, che non so come si chiama, della pompa che eroga il gas GPL.

woman in yellow shirt while filling up her car with gasoline
Photo by Andrea Piacquadio on Pexels.com

Nel mentre, sopraggiunge un altro avventore il quale, con tono veramente innocente, chiede se si può fare anche da soli, il GPL.

Ovviamente abbiamo riso, l’uomo del GPL, quelli dell’auto a fianco della mia ed io. Di un riso amaro, visto che appena fuori dai confini italiani, in Svizzera come in Francia, sia il metano che il GPL sono assolutamente fruibili in modo autonomo, da qualsiasi automobilista.

Evidentemente, in Svizzera o in Francia (cito questi perché è di questi Paesi che ho esperienza, visto che sono vent’anni che circolo prima a metano poi a GPL), gli automobilisti fruitori di carburante sono meno stolti, diversamente non ci è riuscito di spiegare il fatto.

Certo è anche possibile che, siccome i distributori sono utilizzabili dai singoli automobilisti i suddetti siano un po’ più edotti, in merito al fatto che i gas tendono ad essere più infiammabili della benzina. Ma mi vien da pensare che siano solo meno cretini…

Naturalmente (ah ah ah) non mi sono sottratta all’abitudine di fare domande, così gli ho chiesto com’è, lavorare con il pubblico, e lui ha aggiunto anche un altro aneddoto.

Quel distributore è organizzato in modo che, durante gli orari diciamo così di lavoro, sia possibile fare il pieno con i carburanti tradizionali benzina e diesel autonomamente pagando alla cassa in uscita, e durante le pause di lavoro dei cassieri invece, sia un normalissimo self service anche con l’emissione del pagamento alla pompa erogatrice.

L’uomo del GPL è addetto esclusivamente alla pompa che eroga il gas, tuttavia è anche persona cordiale e gentile. Capita sovente che la gente sia inspiegabilmente molto impacciata e impedita, nel fare da sé anche benzina e diesel, soprattutto quando deve pure fare il pagamento automatico, in contanti o con le carte, così quando lui vede persone in difficoltà, dalla sua postazione del GPL prende e va verso l’area delle pompe benzina e diesel, per dare una mano

Tuttavia, racconta, capita sempre più spesso che, questi avventori impacciati e incapaci, non solo non lo ringrazino, per l’aiuto gratuito che offre loro, ma addirittura lo aggrediscano verbalmente, sbroccando e inveendo per il fatto che le casse non siano aperte h 24…

L’uomo del GPL è concorde sul fatto che la pandemia abbia influito pesantemente, rileva che molte persone, a oggi, siano sempre più umanamente ignoranti, instabili e isolate mentalmente. Assolutamente sgradevoli quanto ingestibili, aggiungo io.

È stato per me un bel rifornimento, quello di ieri. Perché oltre a confermarmi che ho una guida attenta ai consumi e che, viaggiare a GPL, nel traffico cittadino perlopiù, mi costa 5 centesimi a chilometro, mi ha rassicurata, per l’ennesima volta, sul fatto che la mia incessante ricerca di ambienti buoni, puliti, etici e rispettosi delle persone sia motivata, veramente motivata, oltre che giusta.

Integratore per migliorare la concentrazione

Cosa c’è dentro?

Cominciamo dalla parte che, di solito, si va a guardare alla fine.

Parliamo di Be Focused di Nutrilite™

Caramelle gommose al gusto Tropicale e Arancia di Nutrilite™ Be Focused sono ricche di vitamine B6 e B12 che contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione psicologica. Contengono anche guaranà proveniente da una fattoria biologica in Brasile.

Ingredienti

sciroppo di glucosio, zucchero, gelificante (pectina), acidificante (acido citrico), maltodestrina, colorante alimentare (concentrato di paprica, concentrato di carota), estratto di guaranà (Paullinia cupana K.; seme, 0,6%; contiene il 10% di caffeina), aroma naturale di arancia con altri aromi naturali, aroma tropicale, grasso di cocco, olio di colza, cloridrato di piridossina, agente di rivestimento (cera di carnauba), cianocobalamina.

Le caramelle gommose sono adatte ai vegetariani, prive di glutine e di lattosio e non contengono conservanti né coloranti artificiali*. Come da disposizioni di legge.

Informazioni rilevanti

Nutrilite Be Focused offre tantissimi benefici:

  • Una grande praticità: questo delizioso integratore alimentare può essere consumato ovunque e in qualsiasi momento. Tienilo in borsa, così sai di poter contare sul suo supporto quando ne hai più bisogno.
     
  • Un delizioso gusto Tropicale e Arancia, che rende piacevole l’assunzione quotidiana dell’integratore.
     
  • Una formula adatta ai vegetariani, priva di glutine e di lattosio e che non contiene conservanti né coloranti artificiali*.
     
  • Il nuovo Be Focused di Nutrilite, il marchio n. 1 al mondo nella vendita di vitamine e integratori alimentari**, è il nostro primo prodotto (europeo) sviluppato espressamente per le donne Millennial con le vitamine B6 e B12 che aiutano a mantenere la concentrazione*** e sono deliziose per qualsiasi persona adulta, indipendentemente dal genere e dall’età! 
  • Il prodotto non contiene ingredienti di origine animale.

* Non contiene conservanti come da disposizioni di legge.
** Fonte: Euromonitor International Limited. Categoria Vitamine e Integratori Alimentari, Mondo, GBN, Analisi % Vendite al Dettaglio, 2020.
*** Le vitamine B6 e B12 contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione psicologica.

Se devo trovare, per forza, un difetto a queste gommose risveglianti 😉 posso solo dire che hanno zucchero.

Poco, ma ce l’hanno. A parte questo, io e le mie clienti, specialmente quelle più agèe, ne siamo molto soddisfatte.

Ma so che, tra i maturandi sta andando molto bene.